Comunicato stampa n. 1: cos’è Cambiamo Partinico e prima tavola tematica su Scuola e Cultura

Partinico ha estremo bisogno di un radicale cambiamento. Da questa esigenza, che crediamo sia condivisa da tutti coloro che non vogliono abbandonarsi ad atteggiamenti di rassegnazione, ma che anzi vogliono disperatamente provare attraverso il loro diretto attivismo ad invertire la disastrosa rotta intrapresa dal nostro paese, deriva il nome di un nuovo progetto: Cambiamo Partinico.

L’obiettivo è dunque quello di ridare dignità a Partinico, al nostro territorio, alle potenzialità ancora presenti, ma finora dimenticate. Vogliamo cambiare il paese e non cambiare paese. Non vogliamo vivere più male, fuggire o essere costretti a partire.

Questa diversa idea di amministrare il nostro paese la vogliamo costruire attraverso nuovi strumenti di partecipazione, di dinamismo civico. Utilizzando il mondo del web, ma non dimenticando l’importanza del confronto nel mondo reale, mettendo insieme le proposte che la società civile, l’associazionismo, le realtà sane, i gruppi giovanili e i singoli cittadini di Partinico senza dubbio hanno, ma che spesso vengono messi a tacere o non sono neppure ascoltati.

Abbiamo messo in piedi per questo un progetto civico che si compone di originali strumenti e metodi: un ideario online accessibile dal nostro sito web (www.partinico2013.it), un canale youtube che ci permette di raggiungere soprattutto i più giovani attraverso i video, una pagina facebook, delle tavole tematiche.

Abbiamo individuato 5 indispensabili settori in cui si deve, tempestivamente, intervenire: – lavoro e occupazione; – ambiente e beni comuni; – scuola, cultura e sport; – trasparenza, legalità e partecipazione; – lotta agli sprechi e revisione della macchina amministrativa.
Lo si deve fare, avendo il coraggio di cambiare, di rompere schemi consolidati e apparentemente intoccabili, di pensare in maniera radicalmente diversa.

Ieri si è tenuta la prima tavola tematica che ha riscosso un grande successo in termini di partecipazione, proposte e riflessioni: si è parlato di Scuola e di Cultura, redigendo attraverso una discussione di oltre due ore, un elenco di priorità programmatiche.
Al di là delle concrete idee che renderemo note sul nostro sito, è emersa chiaramente l’esigenza che a Partinico si insedi una nuova, competente, classe dirigente dotata di progettualità, organizzazione, valorizzazione delle risorse esistenti, attrazione di quelle ancora inesistenti. Una pubblica amministrazione ha il compito di: – sostenere le molteplici esperienze che operano nel nostro territorio, nonché le risorse di cui direttamente dispone (pensiamo alla biblioteca comunale o al patrimonio monumentale del comune); – favorire la coordinazione dei gruppi tra i quali spesso manca il dialogo e la collaborazione; – dare nuovi strumenti anche all’iniziativa privata, creando le basi per la nascita di scuole civiche nei più svariati settori culturali o realtà imprenditoriali per le quali il ministero e l’unione europea mettono a disposizione bandi e fondi, di cui spesso nessuno sa nulla.

L’incontro di ieri ci ha dato la dimostrazione che esistono enormi potenzialità che attendono di essere valorizzate, esistono tante idee che finora non si sono volute ascoltare, esistono dentro la macchina amministrativa ampi margini d’azione nei quali soggetti competenti e motivati possono operare per costruire un’idea diversa di Partinico.

Basta farsi avanti. Per cambiare Partinico.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Scuola, cultura e sport. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...