Report dell’ “inutile” seconda seduta del Consiglio Comunale: la maggioranza annulla le votazioni delle commissioni

Doveva essere una seduta tecnica ed invece il consiglio comunale di stamani ha dimostrato come la maggioranza del Sindaco Lo Biundo (che si presenta in aula, impartendo ordini e disposizioni ai propri consiglieri, facendoli andare peraltro contro a quanto avevano affermato prima del suo arrivo) voglia trasformare l’assise civica in un luogo di prepotenza e arroganza politica, piuttosto che di democrazia.

Quella odierna è stata una SEDUTA INUTILE (5 ore e 28 gettoni di presenza pari a circa 800 euro), in cui alla fine la maggioranza ha deciso di annullare la votazione delle commissioni, in contrasto con il parere del Segretario Generale, semplicemente perché il tutto non era andato secondo le logiche spartitorie che avranno concordato nei giorni scorsi: pensavano di prendere tutto ed invece la terza commissione (urbanistica e lavori pubblici) ha visto prevalere i componenti della minoranza.

Lo abbiamo detto prima di uscire polemicamente dall’aula: costoro portano avanti “criteri ad ore alterne”. Inizialmente quando abbiamo presentato un documento (potete leggerlo qui) con tanto di sentenze e pareri del Ministero in cui chiedevamo che si prendesse atto che la giurisprudenza prevede la necessaria presenza di tutti i gruppi consiliari in tutte le commissioni, la cosa non andava bene: ci hanno detto che il Consiglio Comunale è sovrano e ciò che usciva dalle urne dovevamo accettare. Niente rappresentatività e democraticità quindi rifiutandosi di prendere atto che la composizione più giusta avrebbe dovuto essere quella di 6 componenti per la maggioranza e 5 per l’opposizione.

Poi quando le urne davano esiti positivi, tutti felici e contenti: prima commissione (8/3), seconda commissione (7/4). Infine, quando per rispettare il criterio della necessaria presenza in almeno una commissioni di tutti i consiglieri, la rimanente terza commissione doveva necessariamente presentare 7 consiglieri di minoranza e 4 di maggioranza, le cose non sono andate più bene. Il criterio a distanza di qualche ora era cambiato: le urne non erano più sovrane, la votazione non si doveva accettare. E quindi hanno annullato tutto.

Ciò che è accaduto oggi è davvero vergognoso: IL CONSIGLIO COMUNALE NON È UN ORGANO A SERVIZIO DELLA MAGGIORANZA, DEL SINDACO O DI CHICCHESSIA. Ha delle regole che andrebbero rispettate soprattutto in segno di rispetto nei confronti dei cittadini che questo consiglio lo eleggono. Noi ci batteremo fino in fondo affinché nessuno si permetta di mortificarne il lavoro e l’azione. Oggi ci siamo fatti sentire, con la nostra usuale precisione e documentazione: continueremo a farlo nella convinzione che quella odierna è la prima pagina oscura della neo-amministrazione Lo Biundo in consiglio Comunale.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...