Riammissione di Partinico tra le Zone Franche Urbane: per noi è una vittoria! Il commento di Gianluca Ricupati e Valentina Speciale

Ecco i commenti di Gianluca Ricupati e Valentina Speciale sul consiglio comunale di oggi

La notizia è che Partinico, dopo l’esclusione, è stata riammessa tra le comunità che avranno una Zona Franca Urbana. 

Siamo soddisfatti e consapevoli di aver fatto tutto quanto era nelle nostre possibilità prima per fare chiarezza sugli errori commessi, poi per risolvere la situazione.

Ci siamo insediati il 9 di luglio e, in meno di 8 giorni, avevamo già reperito ed analizzato tutti i documenti attinenti la Zfu (che hanno composto un dossier finito in molti tavoli sovracomunali), lanciando l’idea insieme a tutta l’opposizione di un consiglio comunale straordinario aperto che chiedesse conto e ragione della situazione e predisponesse tutti gli atti necessari alla risoluzione della vicenda, se fosse stato possibile. Lo abbiamo rinviato più volte per riuscire a portare in aula gli organi regionali e qualche fatto piuttosto che una promessa d’impegno. Qualche settimana fa siamo stati anche a Palermo, all’Ars, per trovare nuove sponde per fare pressione ai livelli “alti”.

Dal mese di luglio, dunque, alla Regione, è cominciato un lavoro che oggi l’assessore Vancheri sentita in consiglio ha descritto come vigoroso: si è dovuto trovare un escamotage per uscire dal pantano creato dalle disattenzioni comunali e, a quanto pare, lo si è trovato.

vancheriOvviamente non ci aspettavamo che oggi l’ass. Vancheri, braccio destro di Crocetta, neopadrino del sindaco, ci venisse a dire, pubblicamente, che gli errori c’erano stati e che avevamo ragione: le rettifiche sono diventate “integrazioni”, gli errori “disguidi” o “difficoltà di comunicazione”, i documenti che provano quanto abbiamo giustamente sostenuto “sottigliezze”. MA NON CI IMPORTA: abbiamo riottenuto la ZFU per Partinico e ci sentiamo pienamente soddisfatti perché siamo cittadini di Partinico e questi milioni di euro faranno respirare un po’ parte dell’economia di questa nostra città!

Lasciamo correre le dichiarazioni del Sindaco a cui, evidentemente, diamo molto fastidio nel ruolo di “rompi-scatole” che ci siamo ritagliati sin dai primi giorni e di cui ci vantiamo se questi sono i risultati! Noi parliamo di documenti, fatti, cose che puntualmente proviamo…lui la butta in vittimismo e tentativi di delegittimazione… Faccia pure perché anche questo NON CI IMPORTA!

Attendiamo adesso la pubblicazione di questa benedetta circolare nazionale che dovrebbe avvenire entro fine mese per verificare che tutto sia andato come annunciato e poter conoscere la quantificazione del contributo messo a disposizione per le imprese di Partinico che oggi l’ass. Vancheri non è stata in condizione di anticiparci.

Personalmente, infine, ringrazio il Presidente del Consiglio Filippo Aiello, da cui ho sentito le uniche dichiarazioni che hanno evidenziato il nostro ruolo in tutta questa vicenda. Questo a dimostrazione del fatto che c’è chi, al di là della propria parte politica, sa riconoscere e non disdegna l’impegno di consiglieri comunali che, pur da un ruolo di opposizione, ogni giorno mettono in campo iniziative e attività non per una mera soddisfazione personale o per il gusto di attaccare l’amministrazione, ma per portare a casa piccoli o grandi risultati che contribuiscano al cambiamento della nostra città.

Gianluca Ricupati

Siamo contenti che forse, finalmente, la questione ZFU sia in fase di risoluzione. Ma alcune precisazioni, dopo aver sentito molte affermazioni false con lo scopo di salvare la faccia a chi aveva sbagliato, sono d’obbligo:

1 Nel 2008 Partinico presenta una RICHIESTA SBAGLIATA: se un bando presenta determinati parametri e chi fa richiesta non rientra in uno (o più) di questi (nel caso specifico, Partinico indica una zona per la ZFU con una popolazione superiore al 30% degli abitanti, così come prevedeva uno dei criteri del bando) allora non c’è altro modo di definire questa richiesta presentata se non come SBAGLIATA: il Sindaco Lo Biundo se ne faccia una ragione;

2 La RETTIFICA (altra prova che la richiesta presentata era SBAGLIATA) viene presentata dal Comune sempre nel 2008, ma fuori dai termini di apertura del bando, quindi IN RITARDO: l’amministrazione dovrebbe ammettere anche questo errore;

3 Alla riapertura del bando nel 2010 il Comune non presenta nuovamente l’istanza per rientrare nelle ZFU: gli stessi tecnici del Comune di Partinico ammettono di non essere nemmeno a conoscenza di questa nuova possibilità;

4 Il BLUFF DELLA ZFU, annunciata in campagna elettorale dal sindaco Lo Biundo come OTTENUTA (quando evidentemente non lo era, altrimenti non si spiegherebbero tutti i viaggi degli ultimi mesi fatti alla Regione per fare inserire Partinico nella graduatoria), è stato scoperto da noi pochi giorni dopo il nostro insediamento. E siccome noi non ci accontentiamo di telefonate o incontri amichevoli, ma ci basiamo sulla sicurezza degli atti ufficiali, l’amministrazione ha finalmente iniziato il “pellegrinaggio” alla Regione che ci ha dato la “grazia” intraprendendo l’iter di RISANAMENTO.

5 Il Consiglio comunale aperto è stato chiesto dall’opposizione: se non avessimo messo in luce la questione l’amministrazione si sarebbe adoperata in questo modo? Considerando che di solito si accontentano di una telefonata rassicurante, credo che non avrebbero mai fatto così tante pressioni per risanare gli atti ufficiali.

Ripristinata la verità, non possiamo che essere soddisfatti per il risultato cui abbiamo contribuito con pressioni forti, sin dal giorno del nostro insediamento!

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...