Consiglio comunale 14/10: approvati il Regolamento emendato per gli incarichi inferiori a 100.000 euro e una mozione per istituire la Consulta degli Immigrati.

Il consiglio comunale odierno (che continuerà lunedì prossimo alle ore 9.30) ci ha visti impegnati nella discussione di due particolari ordini del giorno:

  1. Un regolamento per l’affidamento degli incarichi professionali inferiori a 100.000 euro attinenti i servizi di architettura e ingegneria;
  2. Una mozione che chiede all’amministrazione di adoperarsi immediatamente per l’istituzione della Consulta degli Immigrati, in esecuzione di un Regolamento già votato dal C.C. nel lontano 2006.

Possiamo dire di aver fatto un ottimo lavoro e nello specifico:

  1. per quanto attiene al Regolamento, prima in Prima Commissione (di cui fa parte la nostra Valentina Speciale), poi oggi in Consiglio Comunale con il contributo di tecnici come il consigliere Salvatore Rappa del gruppo Leali, si è lavorato molto per rendere il regolamento quanto più rispettoso dei criteri di non discriminazione, concorrenza, democraticità nell’affidamento degli incarichi. Ci siamo spesi in particolare per aumentare i criteri di rotazione dei professionisti coinvolti dal Comune (per esempio chi ha ricevuto incarichi non può più presentarsi per 6, 9 o 15 mesi a seconda della somma ricevuta), per tutelare le possibilità dei giovani professionisti con iscrizione all’Albo inferiore a 5 anni (che non potevano partecipare a certi affidamenti in quanto ritenuti privi di esperienza) che adesso non solo potranno avere il diritto di essere coinvolti nella consultazione dei preventivi, ma dovranno obbligatoriamente essere coinvolti anche quando un lavoro viene affidato, per particolari esigenze, a tecnici più anziani (che dovranno avvalersi della collaborazione di un giovane tecnico). Inoltre abbiamo aumentato il numero di preventivi da consultare da 3 a 5 per lavori al di sotto della soglia dei 40.000€ al fine di garantire un maggior criterio di concorrenza e indicato termini perentori per la pubblicazione di tutte le pratiche su internet nel sito istituzionale del Comune di Partinico. L’emendamento, sottoscritto da diversi consiglieri comunali, così come il Regolamento in toto è stato votato favorevolmente all’unanimità dei presenti.
  2. per quel che riguarda la Mozione, abbiamo voluto discuterla prima di altri punti (si trovava al 14esimo punto all’odg per cui sarebbe stata discussa tra mesi) per poter portare con noi un atto politico concreto nella manifestazione di cordoglio e solidarietà alle vittime di Lampedusa che si terrà a Partinico mercoledì 16 alle ore 9.30 (con punto di concentramento in Piazza Umberto I dinanzi il Comune). La mozione, dopo un’iniziale ipotesi di rinvio affinché il regolamento potesse essere prima studiato dalla Prima Commissione, ha trovato anche qui l’unanimità dei consensi (tranne un gruppo consiliare che è uscito compatto dall’aula non appena è iniziata la discussione: il che ci dispiace molto…). Per una volta Partinico può definirsi Comune all’avanguardia. Noi crediamo che questo, se concretamente messo in funzione e ascoltato dagli Organi competenti, possa essere un ottimo strumento di integrazione per evitare nel nostro territorio fenomeni di ghettizzazione e di emarginazione delle comunità migranti presenti a Partinico.

P.s. Il consiglio era partito male con la bocciatura di una proposta del consigliere Bonnì che chiedeva di devolvere il gettone di presenza della seduta a fini di beneficenza ed, in particolare, alla struttura che ospita i 30 migranti provenienti da Lampedusa.

Abbiamo l’impressione che, non si sa a beneficio di chi o che cosa, si stia provando a dare vita ad una sorta di “lotta tra poveri” per cui se ci si impegna oggi con un gesto di solidarietà concreta a favore di qualche immigrato (rappresentato come “privilegiato”) si stia facendo un torto alle famiglie in difficoltà di origine italiana e partinicese. E’ un tentativo becero su cui non ci vogliamo dilungare oltre.

Noi, in ogni caso, abbiamo già annunciato di rinunciare al 30% del nostro gettone di presenza (in maniera volontaria in attesa che si discuti la mozione di riduzione d’ufficio dei gettoni e delle indennità, che troverà finalmente spazio in aula lunedì prossimo) relativo ai mesi di Luglio e Agosto che ci è stato liquidato.

E, se la mozione venisse bocciata (ma speriamo di no…), continueremo a rendere il 30% dei nostri gettoni una sorta di “fondo per le emergenze” che decideremo periodicamente come utilizzare.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Consiglio comunale e contrassegnata con , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...