Presentato il Piano Intervento Rifiuti. “Fare presto e bene” per non finire sommersi dalla spazzatura.

Piano intervento rifiutiLa straordinaria partecipazione alla presentazione del nostro “Piano Intervento Rifiuti per il Comune di Partinico” è strettamente legata alla voglia dei partinicesi di non vedere più il proprio paese nelle disastrose condizioni in cui si trova ormai da molti anni.

Lo abbiamo detto: siamo stanchi di vivere tra i rifiuti, ma soprattutto di dover constatare l’assenza e l’indifferenza dell’amministrazione comunale. Esiste un’alternativa e vogliamo perseguirla in modo alternativo, ossia con il coinvolgimento dal basso dei cittadini nelle decisioni!

Ricapitoliamo:

  • Siamo in forte ritardo. Le recenti novità legislative hanno avviato una fase di transizione tra vecchia e nuova gestione. Ma Partinico è assolutamente ferma. Stiamo ancora discutendo del che fare (e soltanto grazie alle nostre sollecitazioni…altrimenti neppure questo si farebbe!).
    Ma altri si muovono.
    Carini, ad esempio, già diversi mesi fa ha costituito il proprio Aro (ambito di raccolta ottimale), ha presentato il proprio piano d’intervento che la Regione ha approvato qualche giorno fa.
    San Giuseppe Jato e San Cipirrello da domani inizieranno la raccolta differenziata porta a porta e hanno già distribuito 4 bidoncini ad ogni famiglia.
    E così via…
  • Un tavolo tecnico-politico, spontaneamente costituitosi e composto da noi, Legambiente, Movimento 5 Stelle e dai colleghi consiglieri di LeAli, ha voluto sopperire all’immobilità dell’amministrazione comunale, scrivendo di proprio pugno il Piano d’Intervento necessario se si vuole avviare la nuova gestione comunale.

    Cosa prevede?
    – Un servizio nuovo, dove a prevalere sarà l’avvio della raccolta differenziata porta a porta e il raggiungimento della quota del 65% entro il 2015 come previsto per legge.– Costi minori riducendo il conferimento in discarica: circa 4 milioni di euro a fronte degli attuali 5.

    – Tutela dei posti di lavoro: tutti i dipendenti attualmente impiegati saranno mantenuti, utilizzati per il porta a porta spinto (secondo un calendario giornaliero per il ritiro dell’umido, carta, plastica, vetro, indifferenziato residuo) e per altri servizi aggiuntivi (dallo spazzamento al diserbo stradale, etc)

    – Un nuovo rapporto col cittadino che va informato adeguatamente e a cui vanno date tutte gli strumenti per vivere in una città pulita e decorosa.

  • In linea con le modalità di costruzione e di discussione pubblica della proposta, essa rimane aperta a modifiche e/o integrazioni.

    Peraltro ci sono ancora altre questioni da porci:
    a) Gli incentivi per sensibilizzare la popolazione alla R.D.: ad esempio la tariffazione puntuale (pagare in relazione a quanto si produce e a quanto si differenzia attenendosi alle regole nuove che dovranno essere date);
    b) Le strutture per ridurre sempre di più i trasporti a lunga distanza dei nostri rifiuti. Isole ecologiche, centri di raccolta, ma anche promozione della nascita di aziende locali convenzionate e dei rapporti con quelle già esistenti (che riscontrano problemi ad inserirsi nella filiera);
    c) Le modalità di realizzazione del Piano d’intervento: ricordiamo che si può scegliere tra l’esternalizzazione del servizio ad una ditta privata (orientamento dell’Amministrazione) e una gestione interna pubblica;

Questo percorso dunque deve proseguire. Con l’auspicio di venire ascoltati, anche in virtù di una necessaria mobilitazione popolare. Abbandonare quella fatalistica rassegnazione che ci contraddistingue divenendo cittadini attivi che rivendicano i propri diritti è indispensabile se si vogliono realmente cambiare le cose!

Questo slideshow richiede JavaScript.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Ambiente e beni comuni, Iniziative e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Presentato il Piano Intervento Rifiuti. “Fare presto e bene” per non finire sommersi dalla spazzatura.

  1. Pingback: Partinico, presentato il Piano Intervento Rifiuti. “Fare presto e bene” per non finire sommersi dalla spazzatura.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...