Intervento di Valentina Speciale sul piano delle consulenze del Sindaco Lo Biundo, poi bocciato

Sig. Presidente, colleghi Consiglieri,

capisco chiaramente l’imbarazzo dei membri dell’Amministrazione qui presenti, che non vogliono discutere la proposta di delibera sulle collaborazioni esterne, portata dal Sindaco Lo Biundo in Consiglio comunale. È chiaro visto che si tratta di un atto paradossale e vergognoso.

È paradossale se si pensa alla situazione che vivono i cittadini di Partinico: abbiamo un aumento spropositato di tutte le tasse (imu, irpef, tarsu).

In particolare vi ricordo che qualche giorno fa parlavamo proprio della tarsu: lì il Comune di Partinico ha potuto contribuire con un misero 9% alla copertura del costo totale del servizio, perchè, ci avevano detto, non c’era ulteriore disponibilità di cassa. Il che equivale a dire che non ci sono soldi, frase detta e ridetta mille volte da questa Amministrazione!

In quell’occasione si chiedevano sacrifici ai cittadini e l’Amministrazione addirittura pretendeva quasi un ringraziamento per l’aumento della tassa solo (!!!) del 30%!

Oggi il Sindaco ci dice che, per motivi imprecisati, vuole utilizzare parte dei pochi fondi di cui dispone il nostro Comune, le cui casse, si è visto nel tempo, non godono di buona salute (vi ricordo, solo a titolo di esempio, i trasporti per i bambini disabili che non potevano partire perchè non c’erano soldi per rinnovare i contratti, oppure i mezzi delle forze dell’ordine che non possono essere adoperati per mancanza di benzina, e l’elenco potrebbe essere molto lungo) per nuove assunzioni e nuove consulenze, ma perchè?! Per gli “obbiettivi da conseguire”, ci dice l’Amministrazione nella proposta di delibera.

Risposta vaga. Perchè nei tempi di ristrettezza economica che il Comune sta vivendo, non bastano risposte generiche come “ricerche di carattere storico/archivistico”. Ma che vuol dire? Che vuole fare l’Amministrazione? C’è un progetto concreto che giustifichi l’impegno di ulteriori somme (19.297,33 euro) che poi, diciamolo chiaramente, saranno tutti i cittadini a dover pagare?

A quanto pare no. Tutto rimane nel vago, tranne però un punto della delibera espresso in modo chiaro e inequivocabile: “collaborazione alle attività di informazione ai mezzi di comunicazione di massa attraverso la stampa e strumenti audiovisivi-telematici”.

Ma me lo spiegate perchè i cittadini di Partinico dovrebbero pagare l’addetto stampa del Sindaco? Che vantaggi potrebbero trarne? Per quale motivo e, soprattutto, con quale coraggio si chiede ai cittadini di pagare, in pratica, la prossima campagna elettorale al Sindaco?

Perchè di questo si tratta: non riuscendo ad individuare i vantaggi per la cittadinanza, allora dobbiamo pensare che qui l’unico a trarne vantaggi sarà il Sindaco Lo Biundo. Il che è a dir poco vergognoso e indecente.

Se poi si pensa che questa proposta di delibera va di pari passo con la delibera da poco approvata dalla Giunta sulla rideterminazione della dotazione organica, la vergogna aumenta. Aumenta perchè nella delibera la Giunta parla di nuove assunzioni (che poi non sono nuovi posti di lavoro, perchè gli incarichi verranno dati per mobilità, quindi viene semplicemente trasferito chi un lavoro l’ha già!) e cioè: un ingegnere (al posto di un architetto, non si sa perchè), un avvocato, un assistente sociale e un assistente informatico (per un totale di circa 90.000 euro). Quello che si chiede è chiaro, il perchè e per quale fine lo si chiede, non si sa.

Come al solito si parla di motivi vaghi e imprecisati come “obiettivi di particolare complessità”. Anche qui vi chiedo: ma di cosa state parlando? C’è un progetto alla base di tutto ciò? C’è un motivo per cui i cittadini dovrebbero pagare per nuove assunzioni? I 383 dipendenti comunali non bastano?

E poi, è stato fatto tutto il possibile da parte dell’amministrazione prima di pensare a nuove assunzioni? E in particolare la verifica degli effettivi fabbisogni dell’Ente, rivedendo l’attuale dotazione organica, prendendo a base i principi previsti dalla legge, riportati persino nella delibera e cioè: la pianificazione e programmazione delle risorse umane in funzione alle politiche e agli obiettivi strategici perseguiti dall’Amministrazione; l’accrescimento dell’efficienza delle amministrazioni e degli uffici e dei servizi; la razionalizzazione del costo del lavoro pubblico; la razionalizzazione del migliore utilizzo delle risorse umane con particolare attenzione agli effetti formativi e di sviluppo professionale.

Tutto questo è stato fatto dall’Amministrazione? Non credo proprio. Forse ormai il Sindaco è così fuori dalle questioni comunali, impegnato probabilmente già in altri progetti elettorali, da non conoscere i bisogni reali del Comune e non interessarsi dei cittadini già soffocati dalle tasse, che questa Amministrazione ha portato alle stelle.

Quindi si tratta di un paradosso: da un lato il Sindaco ci dice che aumenta le tasse ai cittadini perchè non può fare altrimenti; dall’altro però ci propone spese folli e ingiustificate.

Per questi motivi noi di “Cambiamo Partinico” voteremo in modo contrario e invitiamo i consiglieri della maggioranza a non cedere a questa ulteriore vergogna del Sindaco Lo Biundo.

Immagine

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...