Per riqualificare il mercato ortofrutticolo, attivarsi affinché si apra lo svincolo dalla SS 113

Giovedì scorso abbiamo effettuato un sopralluogo con la Terza Commissione Lavori Pubblici e Urbanistica in quello che avrebbe dovuto essere (da più di 20 anni) lo svincolo di connessione tra la SS113 e il mercato ortofrutticolo.

A conclusione, abbiamo presentato questo atto di indirizzo all’Amministrazione Comunale.

Tralasciamo lo stato di degrado in cui versa l’area (che era stata molto parzialmente ripulita la sera precedente alla nostra visita!) e andiamo al nocciolo della questione.

Nel 1988 l’ANAS (che ha in gestione le strade statali e quindi è competente sullo svincolo) autorizzava un progetto presentato dal Comune. Se notate, infatti, sembra essere quasi tutto predisposto: ci sono le corsie di entrata e di uscita (chiuse dal guard rail), varie isole che avrebbero dovuto servire a direzionare i veicoli verso e dal mercato.

Sui perché non si è mai aperto, non abbiamo ancora trovato risposte.

Ma, a distanza di anni, secondo l’ANAS e le nuove normative quell’impostazione non va più bene. Nel 2009 è stata ripresentata istanza con un nuovo progetto, subito bocciata.

Adesso?

– Esiste un progetto, attualmente nel piano triennale delle opere pubbliche, di oltre 350 mila euro che prevede questa impostazione:

Progetto svincolo mercato ortofrutticolo

– Ci si è posti la possibilità di realizzare, con costi sicuramente minori e più facilmente reperibili nel bilancio comunale, una rotonda;

– In ogni caso, piuttosto che presentare progetti che l’ANAS poi cestina frettolosamente, si è pensato di consigliare all’amministrazione di procedere al contrario: prima incontrare l’ANAS e concordare la soluzione più economica ma approvabile, poi redarre il progetto sulla base delle indicazioni ricevute.

Se si vuole lavorare per valorizzare un mercato ortofrutticolo, oggi emblema del degrado e del sottosviluppo del nostro territorio, si deve assolutamente trovare (subito) una soluzione a questo problema. Anche se ovviamente non basterà: poi si dovrà lavorare affinché il mercato diventi un polo di attrazione e di “esportazione” dei nostri prodotti.

In campagna elettorale, ad esempio, noi avevamo proposto di predisporre appositi uffici negli stessi locali con personale e apparecchiature che collegassero il nostro mercato con quelli regionali e nazionali, prevedendo anche la figura di un Direttore del Mercato che si occupasse esclusivamente del coordinamento e della promozione dei nostri prodotti.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Sviluppo e lavoro e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Per riqualificare il mercato ortofrutticolo, attivarsi affinché si apra lo svincolo dalla SS 113

  1. Christian ha detto:

    Nell’attesa che si apra l’ingresso principale, cioè chissà quando, sarebbe opportuno e doveroso rendere decoroso il mercato , semplicemente avendone cura come se fosse un vero mercato comunale e non una zona di nessuno, una discarica periferica, dove tutto sembra tranne che un luogo dove passano e stazionano generi alimentari , con tanto di inesistenti manutenzioni ordinarie e straordinarie! Nemmeno nei paesi in via di sviluppo ho potuto vedere un mercato così e per così tanto tempo!
    È proprio vero il partinicese, a volte, pesta sotto i piedi la propria dignità di cittadino, basta ricordare che Partinico è (o era) un paese prevalentemente agricolo e che per 20 anni non si è indignato per la mancanza di un vero ed efficiente mercato moderno in grado di promuovere e vendere i prodotti del duro lavoro agricolo locale. E’ come se in una piccola isola, che vive di turismo, per vent’anni avessero tenuto il porto e l’aeroporto nell’inefficenza e nel degrado con evidenti enormi perdite di introiti derivati dalla mancanza di turisti !
    Non credo che cambierà molto in questa terra dalle mille contraddizioni ma provare a farlo è un obbligo morale di tutti noi. Buon lavoro a chi sta cercando di farlo .
    Grazie per lo sfogo, Christian

    • cambiamopartinico ha detto:

      Condividiamo in toto il tuo sfogo. Se si trovasse il modo di realizzare questo ingresso principale sarebbe un primo passo per la valorizzazione del mercato (se così lo si può chiamare). Di fatto, come hai ben descritto, oggi è un luogo del degrado e dello spreco… Non mancheranno le nostre proposte…Speriamo che qualcuno voglia accoglierle…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...