Diga Jato. Per la prima volta Consorzio di Bonifica, politica e comitato a confronto permanente.

COMUNICATO STAMPA

Costituito il Tavolo tecnico di confronto permanente tra componenti delle terza e quarta commissione parlamentare dell’ARS, Consorzio di Bonifica Palermo 2 e il comitato sulla diga Jato.

wpid-616-09-39-13-4806.jpgPalermo, 29 gennaio 2014. E’ stato avviato ieri un percorso di confronto e di collaborazione tra l’Ente gestore della distribuzione dell’acqua nel comprensorio asservito dalla Diga Jato ed il Comitato locale che mette insieme esponenti istituzionali e realtà socio-politiche dei Comuni di Partinico, Trappeto e Balestrate.

La costituzione del tavolo di confronto permanente, che si riunirà con cadenza mensile, segue l’audizione dei rappresentanti dei territori e degli agricoltori avvenuta nel mese di Dicembre in sede di Terza e Quarta Commissione Parlamentare all’ARS.

Questo nuovo strumento è presieduto dall’ing. Francesco Greco, direttore generale del Consorzio di Bonifica Palermo 2 nonché dirigente del dipartimento dighe della Regione Siciliana, dal vice presidente dott. Antonino Drago, dirigente del dipartimento regionale Interventi strutturali per l’agricoltura. La segreteria del tavolo è stata assunta dalla dott.ssa Francesca Di Giovanni, responsabile degli interventi di irrigazione e manutenzione del Consorzio.

L’obiettivo è quello di mettere in campo tutte le misure necessarie e possibili per la risoluzione delle pesanti emergenze che si ripresentano puntualmente ad ogni inizio della stagione irrigua, con grave danno del comparto agricolo e del relativo indotto dello Jato.

In particolare, tre sono stati i punti di discussione:

  • la questione delle reti di distribuzione dell’acqua dell’invaso Poma, ormai obsolete e interessate da continue e sostanziali rotture che impediscono la piena, tempestiva e duratura irrigazione delle campagne in larga parte del comprensorio: sono già in corso lavori per circa 1.300.000 € e partirà a breve la progettazione del rifacimento delle condutture di interi lotti su cui il tavolo tecnico avrà modo di dare indirizzi e indicazioni;

  • l’importo delle tariffe irrigue ritenuti dal Comitato elevate rispetto all’efficienza del servizio è stato ampiamente dibattuto dai componenti del tavolo e i dirigenti regionali presenti si sono impegnati a verificare la possibilità di ridurle già per la stagione che avrà inizio ad aprile; tale aspetto è condizione necessaria affinché si possa ristabilire un rapporto fiduciario tra fornitore ed utente capace di rimettere in moto un processo virtuoso indispensabile per il rilancio del comparto agricolo del comprensorio;

  • la questione della necessità di individuare le criticità in tempo utile in vista dell’imminente avvio della stagione irrigua; al riguardo, la necessità di un censimento e mappatura dei guasti comiziali, già per altro quasi completata dal consorzio, al fine di avviare nell’immediato le riparazioni con le risorse economiche che si renderanno disponibili anche con la stipula dei contratti per l’anno in corso e con l’impiego del personale dipendente del Consorzio, nel rispetto dei relativi contratti di lavoro.

Il tavolo si è dato 30 giorni di tempo per lavorare su queste proposte e si riunirà nuovamente, nella sede del consorzio di bonifica Palermo 2, il 28 febbraio 2014.

Nel frattempo, sarà avviato fin da subito, in accordo col Geom. Dominici, un lavoro parallelo per meglio definire gli interventi nell’immediato nonché studiare nuove modalità di gestione transitorie commisurate al contingente stato di vetustà dei comizi congiuntamente all’effettiva coltivazione attuale dei fondi. Sarà inoltre valutata la possibilità di individuare delle aree comiziali “Pilota” sulle quali sperimentare nuovi sistemi di gestione irrigua.

Per il comitato erano presenti: Pino Vitale (Sindaco di Trappeto), Salvo Randazzo (Assessore di Trappeto), Gioacchino Albiolo (Assessore di Partinico), Gianluca Ricupati e Gianfranco Lo Iacono (Consiglieri comunali di Partinico), Dott. Gaspare Lo Grasso (agronomo e imprenditore agricolo), Ing. Antonino Settimo (movimento “Servire, non Servirsi”), Dott. Gioacchino Di Miceli (agronomo, attivista del M5S di Partinico). Ma ne fanno parte anche l’amministrazione di Balestrate, Rifondazione Comunista, l’Osservatorio per lo Sviluppo e la Legalità, numerosi rappresentanti degli agricoltori e singoli come l’ex consigliere Giovia, il prof. Antonio Lo Baido.

A rappresentare il Consorzio e i dipartimenti regionali coinvolti: i citati Ing. Francesco Greco, Dott. Antonino Drago, Paolo Mascellino e la Dott.ssa Francesca Di Giovanni, il Geom. Dominici (dipartimento Acqua e Rifiuti), l’Ing. Bono, il Geom. Angelo Piraino, il P.I. Domenico Colletti (componenti dell’Ufficio Consorzio di Bonifica).

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in comunicati stampa, Sviluppo e lavoro e contrassegnata con , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...