Gas. I costi richiesti da Enel Energia per i nuovi allacciamenti sono legittimi?

gasIl gruppo consiliare Cambiamo Partinico ha presentato un’interrogazione sulle modalità di gestione delle reti di metano della città, a seguito di diverse segnalazioni da parte di cittadini che lamentavano costi incredibili richiesti dalla società Enel Energia per realizzare nuovi allacciamenti.

A nostro parere si tratta di richieste che non hanno ragion d’essere alla luce del contratto che vincola le società che nel tempo hanno gestito la distribuzione del metano e il Comune di Partinico. Un contratto, siglato nel 2000 per 25 anni, e che tuttavia sembra essere stato dimenticato dalle ultime amministrazioni privando i cittadini di tutti quei diritti che sono invece messi per iscritto.

I consiglieri comunali Ricupati e Speciale chiedono con forza che vengano subito adottate tutte le misure necessarie per tutelare le tasche dei nostri concittadini.

Quel contratto infatti prevedeva che non solo la società deve versare alle casse comunali un corrispettivo per ogni metro cubo di gas fatturato nel nostro territorio pari a 5 lire, ma che i costi di tutte le opere di allacciamento devono basarsi su un tariffario preciso e che fissa sulla cifra di 200 mila lire (da aggiornare ovviamente in euro) la realizzazione di un’utenza civile.

In più tutti gli edifici comunali devono poter godere di uno sconto del 30% sulla bolletta.

Abbiamo disperatamente cercato all’interno del Comune un ufficio preposto ai rapporti con la società, ma possiamo dire con certezza che ad oggi esso non esiste. Solo da qualche anno a questa parte, sono stati riscossi in media 4 mila euro di aggio sui consumi fatturati, ma di tutte le rimanenti clausole contrattuali a beneficio dei cittadini nessuno sembra si sia mai preoccupato di chiedere il rispetto.

Cambiamo Partinico auspica dunque che con questa interrogazione l’Amministrazione informi la città su eventuali nuovi e meno vantaggiosi accordi con la società di cui non si trova traccia o, se questi come pensiamo non esistano, si impegni a far valere quei diritti che da anni sarebbero lesi nel più assoluto silenzio.

I consiglieri comunali
Gianluca Ricupati
Valentina Speciale

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Interrogazioni e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...