Interrogazioni. Lotta all’inquinamento Nocella. Controlli senza esito?!

Nocella2Anche quest’anno il fiume Nocella e il mare di S. Cataldo è stato inquinato da scarichi abusivi che nessuno si è mai preoccupati di scovare.

Abbiamo presentato questa interrogazione il 17/12/2013, dopo aver verificato che negli uffici comunali esistevano almeno una ventina di note della società APS (per il solo 2013!!) che gestiva il nostro depuratore che segnalava l’arrivo di reflui abusivi che comportavano il mancato corretto funzionamento dell’impianto e, di conseguenza, lo sversamento di liquidi non depurati nel Puddastri e dopo nel Nocella.

Parallelamente, come ormai sapete, siamo stati tra i promotori di un tavolo tecnico operativo, con sede a Trappeto, di lotta all’inquinamento del Nocella sui cui risultati vi terremo aggiornati.

L’Amministrazione ha risposto alla nostra interrogazione con una relazione in cui si parla di innumerevoli controlli che tuttavia non hanno avuto alcun esito. Qualcosa non quadra.

Replica di Gianluca Ricupati

Non possiamo dichiararci soddisfatti di una risposta alquanto scarna nella quale si parla di tutta una serie di controlli sulla distilleria Bertolino, sulle cantine vinicole, sugli oleifici che tuttavia alla fine non hanno avuto alcun esito. Come se tutto fosse apposto.

Parallelamente però la foce del Nocella, a causa del Puddastri, si colora di rosso e, come certifica anche l’ARPA, risulta fortemente inquinato in larga parte da scarichi non civili. Tra parentesi, non abbiamo ancora capito perché nessuno ha il coraggio di promuovere la risalita del fiume a ritroso alla ricerca degli scarichi abusivi o comunque non regolari.

Parallelamente il nostro depuratore (che si presume funzioni in condizioni di normalità) è destabilizzato continuamente da reflui abusivi come recitano più e più volte le note inviate da APS.

L’inquinamento è uno dei problemi più gravi del nostro paese e non si può fare finta di niente. Siamo stanchi del silenzio che resiste su argomenti importanti come questo.

Questa risposta non ci quadra affatto dunque. Presidente, Segretario, chiediamo cortesemente che ci venga fornito, in tempi brevi, un fascicolo comprendente i verbali degli innumerevoli sopralluoghi che si citano nella risposta.

Il nostro gruppo ha dato vita insieme a tanti altri soggetti ad un tavolo permanente di lotta all’inquinamento che si riunisce a Trappeto cui ha aderito ufficialmente anche il nostro Comune con la presenza prima del Presidente e poi dell’ass. Albiolo. Partinico, principale fonte d’inquinamento del fiume Nocella, ha preso in quella sede precisi impegni che sarebbe davvero un disonore per la nostra comunità se non venissero mantenuti. Ma bisogna fare presto e bene. Se davvero si vuole combattere l’impunita distruzione dell’ambiente del nostro territorio.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Ambiente e beni comuni, Interrogazioni e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...