Presentate due interrogazioni sugli allagamenti dietro il Palazzo delle Poste e sulla discarica in via De Amicis

IMG_20140713_081313

La situazione quotidiana della postazione rifiuti ubicata in via De Amicis

Il gruppo consiliare Cambiamo Partinico ha presentato stamani due interrogazioni che segnalano alcune problematiche della città, sollevate dai residenti, e chiedono risposta scritta e orale all’Amministrazione Comunale entro il termine previsto dalla legge di 30 giorni.

La prima interrogazione riguarda i continui allagamenti delle vie alle spalle il palazzo delle Poste e la Chiesa di San Giuseppe, provocati dal fatto che tali traverse della via Papa Giovanni XXIII rappresentano una delle zone più basse del paese nella quale si riversa tutta l’acqua della zona a monte del centro abitato.
L’atavico problema rischia, per di più, di essere aggravato dall’eliminazione decisa dall’Amministrazione Comunale di una canaletta di raccolta delle acque piovane che era allocata nella via Di Bella e dall’otturazione con cemento di diversi tombini della zona (pericoloso metodo utilizzato per la prevenzione della diffusione di ratti e insetti che proliferano per i ritardi della necessaria opera di disinfestazione).

Il nostro gruppo consiliare, ricordando l’esistenza di progetti per la risoluzione della questione e sollecitando la realizzazione quanto meno di interventi tampone nelle more del reperimento dei fondi necessari, ha voluto ricordare all’Amministrazione che l’Ente, su questa vicenda, rischia di subire procedimenti di risarcimento danni, com’è avvenuto nel recente passato per altre situazioni che vedevano il Comune inadempiente alla risoluzione di problemi che danneggiavano edifici privati.

La seconda interrogazione, invece, sollecita le risposte dell’Amministrazione nei confronti dei residenti del residence “Le Magnolie” che hanno denunciato il persistente stato di degrado della via De Amicis causato dalla presenza dei cassonetti di raccolta dei rifiuti, trasformati sempre più in una discarica abusiva e incontrollata. In realtà, quella zona, in virtù di una delibera di giunta del 2012, avrebbe dovuto vedere eliminata quella postazione (come tante altre all’interno del perimetro urbano) e attivato il servizio di raccolta dei rifiuti porta a porta. Peccato che questa misura non sia stata mai attuata, con il paradosso di vedere l’Amministrazione inadempiente nei confronti di se stessa.

Il gruppo consiliare Cambiamo Partinico ha, al contempo, chiesto notizie del piano di intervento dell’ARO di Partinico, ormai da mesi all’attenzione della Regione, senza che sia pervenuta alcuna notizia all’attenzione del consiglieri comunali. Apprendiamo stamani che la giunta, nel più assoluto silenzio, ha votato un nuovo atto di costituzione dell’ARO e un nuovo Piano di Intervento: l’auspicio è che i nostri consigli siano stati ascoltati e che il piano rifiuti stavolta preveda costi sostenibili per alleviare il carico fiscale nei confronti dei cittadini e per poter garantire un servizio ordinario costante e di qualità ad una città che da 5 anni vive perennemente in emergenza igienica-sanitaria.

Partinico, 29/07/2014

I consiglieri Comunali
Valentina Speciale
Gianluca Ricupati

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Consiglio comunale, Interrogazioni. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...