Aumento della Tassa rifiuti? NO GRAZIE!

COSTO ATO 2014

Il gruppo consiliare Cambiamo Partinico ha presentato stamani un’interrogazione al Sindaco e all’Assessore all’Ambiente per chiedere come l’Amministrazione intende comportarsi dinanzi al salatissimo conto presentato dall’ATO PA1, pari a 6,8 milioni di euro, che fa temere un nuovo inaccettabile aumento medio del 35% della tassa rifiuti, già raddoppiata negli ultimi 5 anni.

L’interrogazione odierna scaturisce dalla nota con cui la Servizi Comunali Integrati s.p.a. comunica al nostro Comune il costo del servizio (ma così non si può definire!) per l’anno 2014 e, soprattutto, da come l’anno scorso ci rispose il Sindaco Lo Biundo in sede di Consiglio Comunale quando noi contestavamo l’aumento delle tariffe 2013.

Il primo cittadino rispose che i conti dell’Ato potevano essere contestati solo a posteriori e che quindi bisognava accettare le scandalose cifre trasmesse dalla società. Lo Biundo dunque disse che il Comune aveva le mani legate e che aumentare le tasse era necessario.

Presentiamo oggi questa interrogazione per avere delle risposte che auspichiamo siano diverse da quelle date lo scorso anno, dal momento che i cittadini e tutte le realtà economiche della nostra città non potrebbero assolutamente tollerare l’eventuale proposta di aumento della TARI che temiamo possa giungere nelle prossime settimane da parte dell’Amministrazione.

Nella stessa interrogazione, anche alla luce di un debito presunto che supera i 13 milioni di euro (dai dati dei bilanci ATO, nonché dalle tabelle del Conto Consuntivo Comunale 2013), chiediamo all’Amministrazione di quantificare con esattezza tale debito con cui l’Ente dovrà prima o poi fare i conti e di informare il Consiglio se negli anni passati sono stati avviati dal Comune dei procedimenti giudiziari per contestare i conti dell’ATO.

Ci preoccupa ancor di più che il tanto celebrato ARO sia stato, irresponsabilmente, costruito su un costo insostenibile per il Comune di Partinico che dalla TARSU 2013 ha incassato meno di 4 milioni di euro. Si stanno costruendo dunque le basi di un nuovo fallimento quando, invece, si poteva seguire la via proposta dal nostro gruppo consiliare che avrebbe assicurato, con poco più di 3 milioni di euro, un servizio ottimo, la tutela dei posti di lavoro e un maggior decoro per la città.

Partinico, 18/08/2014

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...