Le anomalie della gestione dei Servizi Sociali del Comune di Partinico. E’ ora che si faccia chiarezza!

Il-palazzo-di-città-del-Comune-di-Partinico1

Dopo le irregolarità da noi scoperte nel mese di maggio (leggi “Le graduatorie irregolari, ossia come si specula sulla pelle dei bisognosi“), oggi emerge un nuovo caso che coinvolge i Servizi Sociali del Comune di Partinico. Nel riportare un comunicato stampa dei nostri colleghi Michele Chimenti, Salvatore Rappa, Gianfranco Lo Iacono e Mauro Lo Baido, vogliamo aggiungere due sole domande (con la speranza che gli organi competenti e le autorità vogliano rispondere): alla luce delle due vicende evidenziate nel giro di qualche mese, esiste o no un problema che attiene alla gestione dei Servizi Sociali di Partinico? E’ giunta l’ora di fare chiarezza?

COMUNICATO STAMPA

I Consiglieri Comunali Michele Chimenti, Mauro Lo Baido, Francesco Lo Iacono, Salvatore Rappa, dopo aver preso visione, presso gli uffici della Solidarietà Sociale, delle graduatorie relative al personale da impiegare nei cantieri di servizi, hanno ritenuto opportuno chiedere alcuni chiarimenti al Sindaco, all’Ass.re alla Solidarietà Sociale e all’Assessorato Regionale alla Famiglia.

In particolare hanno rilevato che l’ufficio non ha provveduto a quantificare la soglia del valore dell’abitazione principale, sopra la quale l’abitazione principale non può essere considerata tale, come espressamente riportato dalle direttive regionali, non tenendo effettivamente conto della priorità da assegnare ai nuclei familiari più disagiati.

Inoltre gli stessi uffici hanno stabilito dei criteri di precedenza diversi da quelli indicati dall’Assessorato Regionale alla Famiglia, che ha stabilito una scala progressiva di priorità a parità di situazione reddituale, che il Comune di Partinico sembra non aver pienamente applicato.

Per questi motivi i Consiglieri hanno inviato una nota, chiedendo all’A.C. i motivi per i quali sono stati utilizzati dei criteri diversi rispetto alla direttiva regionale e chiedendo altresì all’Assessorato Regionale alla Famiglia se tali criteri sono da ritenersi ammissibili ovvero se il Comune di Partinico debba procedere alla revisione e rettifica delle graduatorie in oggetto.

Tale intervento al fine di tutelare principalmente i bisogni delle famiglie partinicesi che vivono in condizioni di disagio economico e che non possono vedersi negare il diritto ad una lieve misura di sostegno, a causa di errori burocratici di cui il nostro Ente si è già reso protagonista nel caso delle graduatorie del servizio civico.

Partinico, 01/09/2014

F.to i Consiglieri Comunali
Michele Chimenti, Mauro Lo Baido, Francesco Lo Iacono, Salvatore Rappa

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...