Convocazione Consiglio: QUEST’ARO NON S’HA DA FARE!

Cari cittadini di Partinico, se ancora doveste avere qualche dubbio ve lo togliamo definitivamente: vi informiamo che l’ARO, cioè il futuro del servizio di raccolta dei rifiuti, non è una priorità né per l’Amministrazione né per i consiglieri di maggioranza.

Oggi in Conferenza dei Capigruppo si è discusso del prossimo consiglio comunale che sarà lunedì 10 agosto alle ore 9,30 con all’ordine del giorno tre Regolamenti (Videosorveglianza, Registro delle Unioni civili e D.E.C.O.) e a seguire le varie mozioni.

cc

All’Ordine del giorno sarà anche il nostro punto per discutere dell’ARO, punto che probabilmente non arriveremo ad affrontare perché nell’ordine tra gli ultimi.

Per questo motivo abbiamo proposto ai Capigruppo consiliari l’inversione dell’ordine del giorno per anticipare il dibattito dopo la discussione dei Regolamenti e prima delle mozioni. Questo perché noi riteniamo che il futuro della gestione dei rifiuti, con le continue crisi che viviamo da anni e che ci costringono a vivere in una città ridotta ormai a discarica a cielo aperto, è una priorità.

Questa nostra esigenza, però, ha trovato solo la condivisione dell’opposizione, mentre la maggioranza senza alcun problema ha deciso di rinviare, ancora, una discussione che l’amministrazione rinvia da anni. Non sappiamo se questa scelta sia dettata dal loro sentimento di appartenenza ad una Amministrazione inconcludente e incompetente, ma è certo che la difesa dei diritti dei cittadini non è il loro primo pensiero, né il movente della loro attività consiliare.

Rimaniamo increduli, oltre che indignati, di fronte all’indifferenza delle forze di governo della nostra città rispetto alle esigenze basilari di una comunità: risolvere quella che ormai è una perenne crisi igienico-sanitaria.

Il Sindaco Lo Biundo e l’Assessore al ramo, Giovanni Pantaleo preferiscono cullarsi nell’immobilismo, coadiuvati dai Consiglieri di maggioranza che evidentemente, insieme a loro, non si preoccupano del futuro di un servizio così importante negli anni gestito in maniera vergognosa.

Noi continueremo a premere su questo punto ribadendo che una soluzione c’è ed è a portata di mano. Noi, che veniamo spesso definiti come “opposizione distruttiva”, abbiamo messo a disposizione dell’Amministrazione il nostro progetto ARO (di circa 3 mln di euro) già più di un anno fa, prevedendo: l’assunzione di tutti i dipendenti dell’Ato (Temporary compresi) con il contratto degli Enti Locali, quindi con maggiori garanzie per i lavoratori e minori spese per i contribuenti; la gestione diretta del servizio da parte del Comune usufruendo del gran numero di personale che abbiamo e abbattendo i costi con un controllo diretto e maggior margine di intervento, senza delegare più responsabilità ad altri; puntando sulla raccolta differenziata che rappresenta lo strumento migliore per abbattere i costi del servizio, nonché una risorsa per la tutela dell’ambiente e del decoro urbano; ponendo fine a noleggi e sprechi.


Il Gruppo consiliare 
Cambiamo Partinico

Valentina Speciale

Giovanni Billeci

Gianluca Ricupati

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Ambiente e beni comuni, Consiglio comunale e contrassegnata con , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...